PRESENTAZIONE

L’Istituto Gestalt Trieste nasce nel 1996. Direttore è il dottor Paolo Baiocchi.
L'Istituto opera a livello nazionale ed internazionale promuovendo attività ed inteventi formativi volti al miglioramento della qualità di vita delle persone, dei gruppi e delle comunità. Le attività formative che l'Istituto organizza perseguono in particolare i seguenti obiettivi:
• diffusione di una cultura nella quale esista una prevenzione primaria intorno al disagio psicologico e sociale
• circolazione di modalità di pensiero, comportamento e gestione delle emozioni, atti a costituire benessere fisico, psichico e morale per facilitare e migliorare lo scambio relazionale

Questo si realizza nel concreto mediante le seguenti attività:
• formazione di operatori in grado di utilizzare appieno le tecniche e la filosofia della Gestalt
• promozione di seminari esperenziali rivolti a privati, gruppi, enti pubblici e privati
• ricerca scientifica permanente
• consulenza individuale e di gruppo
• supervisione

Nell'anno 2004 con D.M.del 25.03.2004 pubblicato sulla G.U n.82 del 07.04.2004 l'Istituto Gestalt Trieste è stato autorizzato alla formazione specialistica quadriennale in Psicoterapia della Gestalt, rivolta a Medici e Psicologi.

ultima




ATTIVITÀ DELL’ISTITUTO

• formazione quadriennale in Psicoterapia della Gestalt rivolta a medici e psicologi (D.M. del 25/03/04)
• formazione triennale al Gestalt Counselling
• costellazioni familiari e laboratorio di Gestalt
•seminario di Comunicazione Sana
•l'Enneagramma secondo il modello di Claudio Naranjo
•seminari introduttivi gratuiti



L’Istituto Gestalt Trieste propone un programma di formazione in Psicoterapia della Gestalt. La Psicoterapia della Gestalt nasce intorno agli anni 50 dal genio del fondatore Fritz Perls, che fuse in essa la tradizione psicanalitica, le correnti filosofiche esistenzialiste e soprattutto l’approccio fenomenologico, che era il fondamento dell’agire della psichiatria europea prima dell’avvento degli psicofarmaci, e per ultima la Psicologia della Gestalt.

L’aspetto rivoluzionario della Gestalt in quei tempi consisteva nel dare spazio e centralità alle elaborazioni emozionali, corporee ed esperenziali al posto della sola rielaborazione cognitiva dei temi emergenti dal paziente.

L’Istituto Gestalt Trieste offre un programma formativo che si incentra sulla costruzione di risorse in due principali aree: lo sviluppo personale e un metodo strutturale di intervento terapeutico. Lo sviluppo personale prevede che l’allievo compia 160 ore di psicoterapia personale in quanto nel nostro approccio, fondato su di una relazione autentica con il cliente, crediamo sia necessario accettare la sfida di trasformare se stessi insieme al paziente e praticare nella vita gli stessi strumenti esistenziali di gestione dei temi di vita che offriamo ai pazienti. Se lo sviluppo personale risulta essere indispensabile nella dimensione della autenticità e umanizzazione della relazione terapeutica è al tempo stesso altrettanto importante garantire una solido apparato tecnico e teorico di riferimento per poter affrontare con successo i temi di vita dei pazienti. A questo scopo la nostra Scuola garantisce la costruzione di un modello di approccio che a partire della Diagnosi Fenomenologica permette la costruzione di chiari e semplici progetti terapeutici. La Diagnosi Fenomenologica è concentrata sulla comprensione della relazione esistente tra gli eventi di vita e le risposte organismica, emotiva, mentale e culturale ad essi dell’essere umano.

Paolo Baiocchi è medico psichiatra e psicoterapeuta. Dopo una formazione in ipnosi dove iniziò ad esplorare gli stati di Coscienza si è dedicato completamente alla Psicoterapia della Gestalt individuale e di gruppo. La sua indagine sui funzionamenti interiori della mente e sul processo terapeutico si è concentrata sui campi della comunicazione umana, dove ha messo a punto un metodo denominato “Comunicazione Sana” e sul tema delle emozioni di disagio. In particolar modo è coinvolto nella costruzione di metodi per diffondere a largo raggio la conoscenza delle emozioni e delle modalità per la loro gestione mediante lo sviluppo dei poteri della mente. Infatti, mediante la scoperta della possibilità di calmare le proprie emozioni di disagio con lo sviluppo di atteggiamenti interiori diviene progressivamente possibile raggiungere un affrancamento dalla sofferenza e la costruzione del potere esistenziale che permette di scrivere autonomamente la propria narrazione di vita.